Vaporizzatore portatile o Vaporizzatore da tavolo?

Vaporizzatore portatile o Vaporizzatore da tavolo?

Hai finalmente deciso di eliminare per sempre nicotina e combustione dalla tua vita e di godere solo dei vantaggi che il consumo di cannabis può dare. Stai per scegliere un vaporizzatore, ma senti di non avere ancora tutte le informazioni necessarie e soprattutto ti tormenta una domanda: meglio portatile o da tavolo?Questo articolo può essere molto utile per capire meglio di cosa parliamo quando ci riferiamo a un vaporizzatore casalingo o a un vaporizzatore portatile, entrambi ottimi, specifichiamolo subito, anche per vaporizzare fragrante cannabis light.

Ecco cosa vedremo:

  1. Cos'è un vaporizzatore da tavolo
  2. Cos'è un vaporizzatore portatile
  3. Volcano Vs Mighty
  4. Vaporizzare cannabis: come si fa

Cannabis light

Cos'è un vaporizzatore da tavolo

I vaporizzatori da tavolo, chiamati anche vaporizzatori desktop sono degli ottimi dispositivi progettati e concepiti per essere utilizzati da una postazione fissa e quindi non in movimento. Offrono magnifiche prestazioni a chi sceglie di vaporizzare cannabis light o marijuana esclusivamente a casa.

Il motivo per cui non li si può spostare, oltre le dimensioni, è il fatto che la maggior parte di questi dispositivi va alimentato a corrente. Sia questo tipo di vaporizzatore che quello portatile funzionano tramite un sistema di riscaldamento che prevede il controllo della temperatura e permette quindi di non arrivare mai a combustione. Il sistema di riscaldamento può essere a conduzione, ossia le erbe che vogliamo scaldare entrano in contatto diretto con la fonte di calore. A convezione, ovvero quando sostanza e fonte di calore non si toccano direttamente. Oppure ibrido, ossia un mix dei due metodi.

La maggior parte dei vaporizzatori desktop utilizzano un metodo di riscaldamento a convezione, che garantisce un’alta qualità del vapore. Della dimensione di una teiera, il vaporizzatore casalingo può essere definito a tutti gli effetti un piccolo elettrodomestico che ci fa compagnia e ci aiuta se stiamo usando la cannabis per motivi terapeutico o semplicemente a rilassarci quando ne abbiamo voglia.

Vediamo alcuni modelli da tavolo:

  • Volcano Classic: prodotto da un’affidabile e validissima azienda tedesca, la Storz&Bickel, è senz’altro il miglior vaporizzatore da tavolo in commercio, anche a detta dei consumatori.

Utilizzato abitualmente e in modo ufficiale dai medici per trattamenti a base di cannabis terapeutica, può essere usato oltre che come vaporizzatore per marijuana anche per cere e oli. È disponibile in due versioni. Il Volcano Classic con un sistema analogico e una manopola per controllare la temperatura. E la versione Hybrid, che ha un display digitale e una app da connettere ai propri dispositivi per personalizzare alcuni parametri.

In entrambi i casi, l’alta qualità del vapore e la purezza del gusto sono garantite dal meccanismo a convezione. Il vapore viene raccolto in un palloncino dotato di cannuccia, che una volta riempito, potrete staccare per vaporizzare cannabis light o la vostra varietà di erba preferita.

I palloncini hanno una valvola che funge da adattatore e rende molto facile la manutenzione. La versione Hybrid mette a disposizione anche un tubo di gomma per rendere il consumo di cannabis ancora più flessibile.

Il prodotto si presenta con un set di sei Easy Valve, ossia i palloncini di cui abbiamo appena parlato, già incluso. Trattandosi del top della gamma tra i vaporizzatori da desktop, non deve stupirci il prezzo elevato che trova corrispondenza nell’alta qualità del prodotto.

  • Arizer v Tower: a un prezzo molto inferiore troviamo questo prodotto canadese, che garantisce una buona qualità del vapore e prestazioni affidabili.

Ha la camera riscaldante in ceramica e un sistema di spegnimento automatico.

Anche l’Arizer v tower è dotato di palloncino ma a differenza del Volcano Classic o dell’Hybrid, non ha una valvola che funge da adattatore. Questo, insieme al fatto che sia per la maggior parte realizzato in vetro, fanno sì che la manutenzione non sia proprio semplice e agevole. Con questo vaporizzatore per marijuana non è possibile vaporizzare cere o oli.

  • Arizer Extreme Q: della stessa azienda dell’Arizer v Tower, questo vaporizzatore da tavolo, mantiene le caratteristiche dell’altro modello ma ha un display digitale e oltre al palloncino, ha in dotazione anche un tubicino in gomma flessibile. Si ispira al Volcano Hybrid ma mantiene un prezzo più contenuto e delle prestazioni buone e non ottimali.
  • Herborizer sphere: interamente realizzato in vetro borosilicato, il materiale che si usa per costruire gli strumenti di laboratorio per intenderci, è ideale anche per vaporizzare oli e cere. La qualità del vapore ottenuta è più che buona, l’unico svantaggio è che è possibile regolare la temperatura solo nella versione xl del dispositivo, ovviamente a un costo maggiore.

Vaporizzatore per erba

Cos'è un vaporizzatore portatile

 Un vaporizzatore portatile è un dispositivo per vaporizzare cannabis light o marijuana, la cui caratteristica principale è appunto la portabilità. Si tratta di un oggetto di piccole dimensioni, da tenere in tasca e tirare fuori all’occorrenza. Il vapore che emana è quasi trasparente, quindi per niente invasivo.

La maggior parte dei vaporizzatori portatili garantisce un ottimo sistema di controllo della temperatura e un’alta qualità del vapore. Anche in questo caso viene utilizzato un sistema di riscaldamento, che sia a induzione, a conduzione oppure ibrido.

Se vogliamo smettere di fumare e siamo abituati a farlo dappertutto, un vaporizzatore per erba può essere un valido sostituto e alleato, che ci permetterà di vaporizzare cannabis light, erba o estratti ovunque siamo e quando vogliamo.

Vediamo alcuni vaporizzatori portatili:

  • Mighty: il primo in classifica, è considerato il miglior vaporizzatore portatile sul mercato.

È un ottimo prodotto della fidata Storz&Bickel. Maneggevole e robusto, ha un sistema di riscaldamento ibrido che garantisce un’altissima qualità del vapore. Il controllo della temperatura è molto preciso e un display a led ce la indica quando è impostata. Un grande punto di forza è la lunga durata della batteria che arriva fino all’ora e mezza senza battere ciglio. Il prezzo corrisponde all’alta qualità delle prestazioni.

 

  • Da Vinci IQ2-Graphite: se la batte con il Mighty in quanto a qualità di vapore e controllo della temperatura. È un vaporizzatore portatile molto innovativo, permette addirittura di personalizzare la gettata d’aria. Collegato ad una app apposita, è in grado di rilevare il dosaggio preferito per un’esperienza fatta su misura. Ha un sistema di riscaldamento a conduzione ed è molto facile da pulire. Anche in questo caso prezzo e qualità trovano corrispondenza.
  • Flowermate slick: ideale per una prima esperienza con un vaporizzatore portatile, si distingue per il rapporto qualità prezzo. Sembra una penna tascabile, funziona a conduzione e il boccaglio in vetro borosilicato garantisce un’alta qualità del vapore. Facile da smontare per essere pulito, ha un design fine ed elegante. Visto il prezzo davvero modico, è da prendere in considerazione. 

Volcano Vs Mighty

Capita che chi sta per scegliere un vaporizzatore, sia indeciso tra i due modelli considerati il top della gamma: il Volcano Classic, il migliore vaporizzatore da tavolo in commercio o il suo portatile e altrettanto famoso fratello minore Mighty.

Ci piace considerarli fratelli perché a realizzarli è la stessa casa madre, che ha avuto per il secondo le stesse attenzioni riservate al primo.

L’alta qualità del vapore del Mighty, garantita dal suo sistema ibrido, non ha nulla da invidiare a quella del Volcano Classic o Hybrid. Se la manutenzione di questo vaporizzatore casalingo è semplice, quella del fratello portatile lo è ancora di più. Il sistema di controllo della temperatura è estremamente preciso in entrambi i prodotti.

Marijuana light

La robustezza dei materiali medici con cui è costruito e la durata superiore alla media della sua batteria, danno al Mighty la robustezza di un vaporizzatore casalingo, non di uno qualunque ma del migliore vaporizzatore da tavolo.

Se cercate la purezza e l’affidabilità del Volcano Classic anche mentre siete in giro a vivere la vostra vita, scegliete il Mighty, che può essere senza dubbio considerato la sua versione portatile e può essere vostro ad un prezzo molto più contenuto.

 Vaporizzare cannabis: come si fa

I vaporizzatori sono una delle invenzioni più intelligenti degli ultimi cinquant’anni. Un modo per non rinunciare al consumo di cannabis, ma anzi per esaltarne al meglio le proprietà e soprattutto gustarla pura, senza l’odiosa e nociva nicotina.

Pensate che la combustione oltre a danneggiare i vostri polmoni, brucia e disperde quasi il doppio del contenuto di THC o di CBD, riducendo quasi della metà l’effetto psicoattivo del primo e quello terapeutico del secondo. La vaporizzazione invece permette di controllare la temperatura in modo da arrivare alla evaporazione e non alla combustione della sostanza.

Come abbiamo visto, alcuni dispositivi lo fanno per conduzione altri per convezione, altri ancora come il Mighty, sono dei formidabili ibridi. Va da sé che scegliere un vaporizzatore per erba significa trasformare l’esperienza in un’esperienza di alta qualità.

La maggior parte dei vaporizzatori è veramente facile da usare. È importante sminuzzare l’erba con un apposito trita erba in modo da creare la consistenza ideale. Poi basterà inserire l’erba nella camera dedicata, regolare la temperatura, aspettare qualche secondo e godere dell’alta qualità del vostro prodotto.

A questo proposito, se la vostra intenzione è vaporizzare cannabis light d’alta qualità, non dimenticate di fare un giro sul nostro sito dove oltre al vostro vaporizzatore portatile, potreste trovare la varietà di marijuana light che fa per voi.

Se l'articolo è stato di tuo interesse condividilo sui social con il resto della Community, ogni singolo share ci aiuta a sostenere il nostro Blog e a tenervi  informati a 360° sul mondo della Cannabis.

Potrebbe interessarti anche:

  1. Vaporizzare la cannabis per dormire
  2. Come si usa il vaporizzatore?
  3. Erba legale a domicilio in Italia

0 commenti

Scrivi un commento

I commenti sono moderati