Come si prepara il Cannabutter

Come si prepara il Cannabutter

Il burro di cannabis è un concentrato di cannabinoidi, che si ottiene legando chimicamente i grassi oleosi del burro con gli stessi cannabinoidi. È un composto che può essere realizzato in casa o acquistato negli store specializzato, nei paesi dove la cannabis è legale. Può essere anche conservato, perciò è molto comodo da utilizzare al bisogno, come il normale burro. 

Il cannabutter infatti può essere usato in qualsiasi ricetta che preveda l'impiego di burro. Si presta anche per essere utilizzato come grasso di cottura e spesso lo si trova in brownie, space cake, muffin e biscotti. Per coloro che soffrono di dolore cronico o altre patologie, la Cannabis rappresenta un aiuto per alleviare molti dei sintomi. Usare il cannabutter è un modo sicuro e facile per inserire la cannabis nella propria dieta quotidiana, per godere dei benefici dell'erba senza esporsi ai rischi del fumo. 


Come si prepara il burro di cannabis? 

Il burro di Cannabis può essere preparato a partire dalle cime, ma ci sono molte altre parti della pianta di cannabis che possono essere utilizzate nella sua preparazione. Le foglie, in particolare, hanno un alto contenuto di cannabinoidi, più alto di quello presente in steli o rami, perché lì i tricomi sono più concentrati. Utilizzare un mix di foglie, steli e rami renderà il cannabutter potente come quello realizzato con le infiorescenze. 

Cannabutter fatto in casa

La preparazione del cannabutter può essere eseguita in casa, senza bisogno di particolari attrezzature. Il procedimento richiede un po' di tempo, ma è veramente facile. Avrete bisogno di un fornello, un cucchiaio di legno, due setacci, un mixer e dei contenitori di plastica

Il primo passo è macinare l'erba con un mixer per renderla il più fine possibile. Questo aumenterà la superficie di contatto e migliorerà l'estrazione dei principi attivi durante la fusione del burro. Il processo di realizzazione del burro di Cannabis si basa sul principio di fusione degli oli della pianta con gli oli derivanti dal burro, attraverso il calore. Le due parti si fondono efficacemente, diventando un unicum. 

Una volta realizzato, il burro di marijuana deve essere conservato in frigorifero per due settimane al massimo. Se volete che duri più a lungo è meglio riporlo freezer, tagliandolo in panetti più piccoli che dovranno essere scongelati prima dell'uso.

Ci sono molti modi per preparare il cannabutter, la ricetta che vi proponiamo è una tra le tante. Il burro di Cannabis può essere preparato a partire dalle cime, ma si possono usare anche altre parti della pianta. 


Come si prepara il cannabutter?

Il primo passo per preparare questo lingotto d'oro è macinare l'erba il più finemente possibile. Per aumentare la superficie di contatto e migliorare l'estrazione dei principi attivi durante la fusione del burro. Per farlo può essere comodo utilizzare un frullatore. Il processo di realizzazione del burro di Cannabis si basa sul principio di fusione degli oli della Cannabis con gli oli derivanti dal burro, attraverso il calore. Le due parti separate si fondono efficacemente diventando un unicum. 

Coltivazione di cannabis in Abruzzo

La marijuana tritata dovrà essere posta in una pentola abbastanza grande da restare vuota per ⅔. Nella pentola bisognerà aggiungere burro e acqua in un rapporto di 1:4, quindi per ogni 250 g di burro, bisognerà aggiungere un litro d'acqua (1000ml). Bisogna portare il composto ad ebollizione lentamente, per evitare di perdere una parte del principio attivo.

È importante attenersi a queste proporzioni nella valutazione della capacità delle pentole da usare (1/3 e 2/3 rispettivamente) perché dovrete portare la miscela ad ebollizione il prima possibile. Quando il tutto sarà in ebollizione, mescolate con regolarità e aggiungete acqua quando il volume originario si sarà dimezzato. 

Il vostro cannabutter è pronto quando vedrete separarsi dalla parte liquida uno strato di grasso che tenderà a salire in superficie. Dopodiché, filtrate il liquido in un contenitore separandolo dalla miscela di marijuana, che dovrà essere spremuta, in modo da recuperare tutto l'olio rimasto. Ponete il contenitore in frigorifero per una notte intera, per far solidificare gli oli. 

Il burro di marijuana deve essere conservato in frigorifero per due settimane al massimo. Se volete che duri più a lungo, è meglio riporlo freezer, tagliandolo in panetti più piccoli che dovranno essere scongelati prima dell'uso. 


Altri metodi per preparare il cannabutter 

Il burro di cannabis può essere preparato anche seguendo procedimenti più semplici, e spesso anche più veloci, di quello appena esposto. Non tutti hanno il tempo dedicarsi alla preparazione lenta del burro di cannabis, perciò abbiamo pensato di proporvi delle soluzioni più veloci ma altrettanto soddisfacenti. Ad esempio, il cannabutter può essere preparato a bagnomaria o lasciando in infusione la cannabis direttamente nel burro. 

Infiorescenze di cannabis light


BURRO DI CANNABIS A BAGNOMARIA

Il bagnomaria è una tecnica antichissima, cara a tutte le mamme e a tutti gli scienziati del pianeta. Non tutte le materie prime possono essere esposte direttamente al calore, e – a questo scopo - il bagnomaria utilizza l'acqua calda per “cuocere” ingredienti posti in un altro contenitore. 

  • Riempite la pentola d’acqua per circa un quarto e portatela ad ebollizione. Quando l’acqua inizia a bollire, immergetevi una ciotola con il burro, una volta sciolto aggiungete la cannabis.
  • Fate riscaldare il burro a fuoco medio per circa 45 minuti o un’ora al massimo, mescolando bene gli ingredienti. Ora tutti i principi utili della pianta si saranno uniti al burro.
  • Quando il burro è ancora allo stato liquido, filtratelo, separate l’erba dal burro con il colino o filtro da caffè.  Mettetelo in un recipiente che possa essere chiuso ermeticamente e conservato in frigorifero. Una volta che il composto si sarà nuovamente solidificato, il burro sarà pronto per essere usato nelle ricette che preferite!

BURRO DI CANNABIS RICETTA VELOCE!

C'è anche un metodo super veloce per realizzare il cannabutter, utile se all'improvviso avete deciso di fare dei muffin per gli amici. Oppure se utilizzate il burro alla marijuana per ragioni terapeutiche e siete rimasti senza scorta. 

 

Ingredienti

7 grammi di cime di Cannabis decarbossilata e sminuzzata;

Un panetto di burro non salato.


Occorrente

Casseruola di medie dimensioni;

Mestolo di legno;

Cucchiaio;

Colino metallico fine;

Contenitore a tenuta di calore.


Procedimento

Di seguito una versione molto più veloce della ricetta classica per preparare il cannabutter, che sarà pronto in soli 60 minuti. 

Si comincia facendo sciogliere il burro a fuoco basso in una casseruola di medie dimensioni. Al burro fuso bisogna aggiungere la Cannabis sminuzzata e mescolare delicatamente, di tanto in tanto. Cuocere a fuoco lento per 45 minuti, mescolando di frequente. A questo punto è molto importante non lasciare che il composto vada in ebollizione. 

Per controllare che la temperatura sia corretta, tenete d'occhio la superficie della vostra miscela. Vedete che sulla superficie si stanno formando alcune bollicine? Se la risposta è sì, allora avete raggiunto un intervallo termico adeguato. Si tratta di piccole bolle di pochi millimetro di diametro, ben diverse dalle bolle generate in un processo d'ebollizione ad alte temperature.

Una volta raggiunto il punto di cottura, filtrate il burro nel contenitore di vostra scelta, utilizzando un colino metallico per rimuovere ogni traccia di cime sminuzzate. Usate un cucchiaio per pressare le cime rimanenti nel colino, per liberare tutti i cannabinoidi.

Il risultato di questo processo sarà un Cannabutter di una tenue colorazione verde, ma una volta raffreddato sarà come il burro classico. Pronto per essere usato per cucinare oppure per essere conservato in freezer.

Una breve guida video:

0 commenti

Scrivi un commento

I commenti sono moderati