Cucinare la Space Cake

Cucinare la Space Cake

 

Da quando si parla di Cannabis light sono stati sdoganati diversi pregiudizi sul mondo della Marijuana. Primo fra tutti l'utilizzo terapeutico. La svolta è avvenuta negli ultimi anni, con la decisione (per la prima volta nella storia) dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di revisionare il proibizionismo sulla Cannabis a livello internazionale.

Il WADA (agenzia mondiale anti-doping) ha tolto Il Cannabidiolo (CBD) tra le sostanze dopanti. 

Studiosi, scienziati e specialisti hanno moltiplicato le pubblicazioni e gli studi sul potere benefico della Cannabis. Insomma una piccola rivoluzione verde sta investendo tutto il pianeta.

 Gli utilizzi della Cannabis sono antichi quanto il tempo. Nell'immaginario collettivo però la Marijuana si fuma. Anche se invece sono molteplici gli usi consentiti da questa pianta. Non tutti infatti sanno che la Cannabis si può anche mangiare.

Tra i cibi più comuni con la marijuana in giro per il mondo, vale la pena ricordare il Bhang indiano (una pasta usata per fare il ), l'olio di canapa (utile per i condimenti) e la famosissima Space cake (torta spaziale). Un dolce inventato ad Amsterdam quest’ultimo e servito in tutti i migliori coffee shop della città olandese. L’idea della torta alla marijuana si è diffusa in fretta, dalle sponde dell’Amstel a tutto il mondo. E con lei miriadi e differenti versioni per cucinare ad hoc un’ottima Torta Spaziale.

Oggi vogliamo consigliare una ricetta, che proponiamo qui di seguito: La Space Cake Opulenta. Una torta, rivisitata e corretta alla cannabis light. Realizzata con le nostre infiorescenze premium quality: Riserva Opulenta. Per il sapore a noi piace utilizzare le castagne, perché ne abbiamo in abbondanza nelle nostre zone. E per il gusto unico, in combinazione con la Cannabis. Ma potrete replicare la ricetta con qualsiasi altro ingrediente.

Il CBD è una sostanza versatile e preziosa, ricca di proprietà beneficheha effetti antinfiammatori, immunomodulatori, neuroprotettivi, anticonvulsivi ed ansiolitici e viene impiegato nel trattamento di moltissime malattie.

Per creare un dolce unico, con un buon sapore e una buona sensazione finale percepita. L'occasione per passare una buona serata in tranquillità e a base di Cannabis. In compagnia dei propri amici. E in relax grazie al Cannabidiolo (CBD).



Cos'è il CBD?

Il CBD, conosciuto anche come cannabidiolo, è una sostanza contenuta nella pianta di cannabis, ed appartiene alla classe dei cannabinoidi. La cannabis contiene due principi attivi (tra i più importanti): il THC, che è il responsabile del suo effetto psicoattivo. E il CBD, che ha la capacità di amplificare e regolare gli effetti del THC. E anche degli altri cannabinoidi. Il CBD è una sostanza versatile e preziosa, ricca di proprietà benefiche: ha effetti antinfiammatori, immunomodulatori, neuroprotettivi, anticonvulsivi ed ansiolitici e viene impiegato nel trattamento di moltissime malattie.

Il CBD sta conoscendo una diffusa popolarità grazie alle sue qualità: è il principio attivo contenuto in quantità maggiore nella canapa legale. Altro non è che Marijuana privata del THC. La marijuana light contiene gli stessi principi attivi della marijuana tradizionale, ma in percentuali diverse e molto ridotte (nel caso del Thc).



Ingredienti

(per 6 persone)

6 gr di Cannabis sativa “Riserva Opulenta”

3 Uova (possibilmente “del contadino”)

150 gr di Farina di castagne

100 gr di Farina 00

1 Bicchiere di latte (fresco)

80 gr Burro

100 gr Zucchero semolato

100 gr di Zucchero di canna

10/15 Castagne bollite (a piacimento)

50 gr Cacao in polvere

1 Bustina di lievito per dolci

1 Cucchiaino di olio extra vergine d'oliva

Sale q.b.


Prima di tutto, quando vogliamo “mangiare” la Cannabis bisogna tenere in considerazione una regola fondamentale: la decarbossilazione.


Cos'è la decarbossilazione?

La cannabis non si può usare in maniera grezza, cruda, allo stato naturale. Non potete prendere l'”erba” dal vostro barattolo e infilarlo in mezzo al burro, per intenderci. La decarbossilazione in sintesi è un processo chimico (aggiunta temperatura) che trasforma i Cannabinoidi (Thc, Cbd, Cbg ecc..) dalla loro forma basica e inattiva a quella acida e attiva.

I principi attivi, quando sono “scaldati” sono messi nella condizione migliore per “tirare” fuori tutto il “buono”.


Per “aumentare” il Cbd delle infiorescenze allora, prendiamo la Cannabis sminuzzata (rompete i fiori grossolanamente in alcune parti) e distendetela con cura in un contenitore di alluminio. Non sovrapponete troppo le cime e lasciate uno spazio sufficiente tra una e l’altra. Mettete in forno a 110° per un'ora. Passato il tempo prestabilito la decarbossilazione sarà completata e i vostri fiori di Cannabis pronti per essere cucinati.


A questo punto potete tritare i le infiorescenze di canapa legale utilizzando un grinder o uno strumento che avrete a disposizione. Nel frattempo prendete il burro, tagliato a piccoli dadini e lasciato sciogliere a temperatura ambiente.

Prendete una casseruola adatta per il fuoco, aggiungete il vostro burro sciolto, unite la Cannabis tritata e cuocete a fuoco molto basso per 25 minuti. Il fuoco deve essere più basso possibile.


Questo procedimento serve a “legare” i cannabinoidi a una sostanza grassa, in questo caso il burro. Attenzione non fate bollire o i principi attivi andranno persi! Dopo aver portato a termine la cottura lasciate riposare fino ad ottenere un composto completamente freddo e omogeneo.

 

Procedimento

In una ciotola a parte nel frattempo sbattete le uova insieme allo zucchero di canna e a quello semolato. Quando avrete fatto, unite il burro e la Cannabis raffreddati e aggiungete il latte e l’olio. Mescolate con attenzione per impostare l’amalgama. Poi, con l'aiuto di un setaccio aggiungete la farine (unite precedentemente) a piccole dosi. Giusto il tempo per amalgamare il composto e mescolate bene senza mai cambiare il senso. Mi raccomando aggiungere la farina poco alla volta per evitare la formazione di grumi.


Unite il cacao in polvere e le castagne bollite. Queste ultime non devono essere ridotte in pezzi troppo piccoli (non frullate), è sufficiente spezzarle in tre/quattro parti ciascuna. Aggiungete un po’ di sale e per ultimo il lievito. Girate l'impasto con grande vigore fino ad ottenere una crema densa. Mi raccomando non ci devono essere dei grumi.


Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°. Foderate una teglia con la carta da forno e versate il composto. Cuocete per 45 minuti. Lasciate riposare e farcite con abbondante panna montata (meglio se fresca). Noi consigliamo così (la panna con le castagne si sposano alla perfezione) ma anche con lo zucchero a velo avrete risultati “stupefacenti”.


Ecco fatto: la vostra Space Cake Opulenta sarà pronta per essere divorata.

All’insegna del relax e col prezioso aiuto del Cannabidiolo.

0 commenti

Scrivi un commento

I commenti sono moderati